Assicurazione RC Auto scontata da luglio 2018: la novità del regolamento IVASS

Dal 10 luglio 2018 le compagnie assicurative saranno obbligate ad applicare degli sconti sulle polizze RC Auto, ma solo nei confronti di quei clienti che soddisfano determinati requisiti.
Dal 10 luglio 2018 sulle polizze auto di responsabilità civile dovranno essere applicati degli sconti obbligatori.

Lo prevede il regolamento dell’IVASS – l’istituto per la vigilanza delle assicurazioni – pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 10 aprile scorso, recante “criteri e modalità per la determinazione da parte delle imprese di assicurazione degli sconti obbligatori”.

Quanto stabilito dal nuovo regolamento permetterà ai cittadini di risparmiare sulla polizza assicurativa RC auto, che in media costa agli italiani 575,81€ l’anno (secondo una recente indagine di facile.it).

Alle nuove norme, infatti, dovranno adeguarsi tutte le imprese assicurative che hanno sede legale in Italia (come ad esempio Generali), ma anche le imprese assicurative straniere che esercitano il ramo RC auto obbligatoria nel nostro Paese.

Lo sconto però non sarà automatico poiché devono sussistere determinate condizioni di cui vi parleremo nel prosieguo dell’articolo. Ecco nel dettaglio cosa cambierà per le assicurazioni auto a partire dal prossimo 10 luglio e in che modo si potrà risparmiare.

Sconto per chi acconsente l’installazione di dispositivi elettronici
Come ricordato dal regolamento del 27 marzo dell’IVASS appena pubblicato in Gazzetta Ufficiale, il nuovo Codice delle Assicurazioni Private – modificato sia dal d.lgs 74/2015 che dalla legge 124/2017 – all’articolo 132-ter prevede due diverse tipologie di sconti per chi sottoscrive una polizza auto a responsabilità civile.

La prima scontistica avviene su richiesta dell’agenzia assicurativa. Questa, infatti, può proporre al cliente una riduzione del costo della polizza qualora accetti di:

far ispezionare dall’assicuratore – a sue spese – preventivamente il veicolo;
far installare meccanismi elettronici per la registrazione delle attività del veicolo (quale ad esempio la scatola nera);
far installare meccanismi elettronici che impediscono l’accensione del veicolo qualora il conducente abbia un tasso alcolemico superiore ai limiti consentiti.
L’applicazione di questo sconto non è automatica; sarà il cliente, infatti, a dover accettare la proposta mossa dalla compagnia assicurativa.

Sconto per conducenti esperti
La seconda tipologia di sconto, invece, si applica automaticamente nei confronti di quei conducenti particolarmente virtuosi, ovvero per coloro che negli ultimi 4 anni non hanno provocato sinistri con responsabilità esclusiva, principale o paritaria.

Per beneficiare di questo sconto sull’assicurazione auto, però, bisogna soddisfare altri due importanti requisiti:

il veicolo deve essere dotato di meccanismi elettronici che ne registrano l’attività. Se non ne è dotato il conducente deve acconsentire all’installazione da parte dell’agenzia assicurativa;
il cliente risiede nelle province con maggiore tasso di sinistrosità, dove il premio medio è più elevato.
Quindi, questo sconto sarà riservato solamente ai residenti in quelle province dove si verificano più incidenti. Queste vengono individuate dall’IVASS e per il 2018 sono indicate nell’allegato al suddetto regolamento. Nel dettaglio, sono province con maggiore tasso di sinistrosità (in ordine alfabetico):

Bari;
Barletta-Andria-Trani;
Benevento;
Bologna;
Brindisi;
Caserta;
Catania;
Catanzaro;
Crotone;
Firenze;
Foggia;
Genova;
La Spezia;
Latina;
Livorno;
Lucca;
Massa Carrara;
Messina;
Napoli;
Palermo;
Pisa;
Pistoia;
Prato;
Reggio Calabria;
Rimini;
Roma;
Salerno;
Taranto;
Vibo Valentia.
Qualora sussistano le condizioni per l’applicazione di uno dei due sconti (o di entrambi) questo si applicherà al premio tariffa al netto delle imposte e del contributo al SSN.

Spetterà alla compagnia assicurativa – nel rispetto degli obblighi di trasparenza – indicarne l’importo (sia in valore assoluto che in percentuale) nella polizza RC Auto che viene sottoscritta dal cliente.

Lascia un commento